Piccoli produttori ed etichette famose nel mondo, i Brunello e i Chianti più premiati insieme alle nuove realtà di produttori biodinamici e triple A, la cantina della Locanda Sant'Agata è un luogo di conoscenza e di sperimentazione, di tradizione e di lungimiranza.

Ogni bottiglia racconta un'affascinante storia, o può essere il giusto sostegno per narrarne di nuove. Nicola Micheletti, sceglie e seleziona personalmente, quanto di meglio offre il territorio nazionale, ed in particolar modo la Toscana.

Un lavoro lungo e costante, in simbiosi con il padre Luca, chef del ristorante, per trovare il giusto equilibrio tra pietanza e vino.

La Toscana è uno dei terroir più affascinanti al mondo, dalle denominazioni più gloriose come Brunello di Montalcino, Chianti, Vino Nobile di Montepulciano, fino ai cosidetti “supertuscans” questa regione è sinonimo a livello mondiale di eccellenza per gli amanti del vino, e meta prediletta per l'enoturismo da tutto il mondo.

Tra le oltre 370 etichette presenti in carta, oltre alle eccellenze della Toscana, Nicola Micheletti selezione vini biodinamici e Triple A, vini del territorio di piccoli produttori locali, per avere una linea continuativa con la filosofia della filiera corta, il biologico ed il km0, seguita dal padre Luca, in cucina.

Accanto a questi splendidi esempi di produzione vitivinicola innovativa, trovano spazio le migliori bottiglie italiane, dagli eccellenti bianchi dell'Alto Adige ai più interessanti rossi siciliani passando per il Piemonte di Angelo Gaja e per le eccellenze spumantistiche della Franciacorta, insieme ad una ricca selezione di bollicine francesi.

Ma in una cantina che si rispetti, non può mancare spazio per le migliori realtà dalla Birra Artigianale Toscana, come il Birrificio Clandestino di Livorno e Nani Birrai di Pisa, giovani realtà locali riconosciute a livello nazionale ed internazionale.

L'offerta delle bevande si completa con una ricca selezione di vini da dessert per concludere una cena in modo unico e affascinante.